Si intitola “Weekend” il nuovo EP dei MED.USE (Riccardo Pes - voce e chitarra // Andrea Di Dedda - basso // Enrico Buttafuoco - batteria).
Si tratta di un caleidoscopio musicale di cinque tracce che sintetizza l'anima artistica complessa del trio rock. Un primo ascolto dell'ep fa emergere una chiara, poderosa e gagliarda sferzata rock, di quel rock che ti resta attaccato alla pelle. L'energia pura e l'intensità vedono una simbiosi perfetta tra le note e le parole che rimandano al valore della libertà, a uno sguardo beffardo circa l'ingiustizia e punta i riflettori sull'uomo e sulle sue potenziali virtù.

“Nessuna novità” è un ottimo bigliettino da visita, un pugno allo stomaco diretto: l'unione del synth con chitarre elettriche graffianti si abbinano a un basso arcigno e un ritmo incessante. La tematica del brano ci riporta agli ultimi anni difficili segnati da una solitudine forzata che si confonde con un'alienazione di massa. E così si anela la libertà, l'uomo cerca la normalità.
“Deadline” parla di nevrosi: una struttura rock di tutto punto si poggia su un testo che parla di scadenza che stritolano le esistenze e non permettono di vivere serenamente. “Weekend” è la descrizione di come siamo diventati: siamo tutti più lontani da tutti, abbiamo perso l'attitudine ad avvicinarci e a conoscerci. Il rock la fa da padrone così come in “Slave to love”: si parla di amore tossico, della distruzione di un amore e di storie d'amore nate male. “Nausicaa” chiude l'ep: rispetto al restom qui si respira un'atmosfera meno aggressiva che cerca quasi l'intimità. Può un'indecisione non fa volare un amore che potrebbe sbocciare?

I Med.Use trasmettono la passione per il rock, creano ponti affrontando temi profondi in una maniera non allineati. Pes & soci puntano all'universalità con uno stile originale e genuino.
Chapeau per i Med.Use.

 

 

TRACCE
1.Nessuna novità
2.Deadline
3.Weekend
4.Slave to love
5.Nausicaa