todomodocopertinaL'11 Aprile al Biko di Milano i Todo Modo hanno fatto tappa con il loro "Prega Per Me tour". Il trio ha giocato in casa ed ha affrontato il palco con la giusta concentrazione e determinazione; i brani si sono susseguiti con pause minime, quasi a non voler spezzare l'atmosfera di tensione sonora creata dai riff e dalle ritmiche della band milanese. Paolo Saporiti, Xabier Iriondo e Giorgio Prette hanno presentato molti brani tratti dal nuovo disco "Prega per me" (uscito a fine marzo): l'esecuzione dal vivo ha dato loro una luce più forte, una potenza comunicativa maggiore, uno slancio sonico diretto, una ipnotica ossessività che cattura lo spettatore e lo coinvolge in un vortice senza uscita.

Canzoni dall'indole tagliente e viscerale come "La fine del mondo" o "Prega per me" o ancora "La figlia del re" convivono con brani dalla matrice più cantautorale come "Clandestino" o "Non dite niente": il risultato è un concerto micidiale fatto di rasoiate elettriche e voci acide e ritmi superbi. Ottima anche la scelta dei brani del primo disco in una setlist ricca di colpi di classe: "Togli le mani da lei" è una di quelle canzoni che non smetteresti mai di ascoltare, "Puttane e miele" è un pezzo raffinatamente rock che pone in primo piano una cura nei dettagli sonori molto elevata.

All'uscita dal Biko molte sono state le sensazioni positive di una serata che ha regalato ottima musica e canzoni intrise di storie che sanno raccontarsi nel modo più naturale ed onesto possibile: con le note. Impossibile non consigliare di vedere i Todo Modo in concerto live: sono una corazzata sonora.