1.Chi è LUCA MARINO secondo LUCA MARINO?
È un uomo che cerca di vivere e un artista che vive.

2.Come definiresti la tua musica in tre aggettivi?
Diretta. Estemporanea. Musicalmente anarchica.

3.Ascoltando il tuo nuovo lavoro “VIVERE NON È DI MODA” ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: Come mai questo titolo per il tuo disco? Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
Il titolo è una provocazione che esorta a riflettere su cosa sia la vita oggi. Il lavoro è nato subito e successivamente al terzo album “Luca Marino” che ho pubblicato lo scorso anno, si è sviluppato durante il corrente anno mentre nella mia vita accadeva di tutto. Le idee che stanno alla base delle canzoni che compongono “Vivere non è di moda” hanno tutte a che fare con quanto ho vissuto in questi ultimi anni.

4.Sei cantautore nel senso che sei un cantante ma sei anche autore per altri: a quale delle due “vesti” sei più affezionato? Quali sono le differenze tra una scrittura “per sè” ed una scrittura di testi per altri?
Dunque…sono affezionato ad entrambe le vesti anche perché quando scrivo per gli altri lo faccio tenendo sempre conto il mio punto di vista. In poche parole non ci sono differenze tra lo scrivere per me e per gli altri.

5.Quali sono i tuoi progetti futuri?
Andare in Tour sarebbe cosa buona e giusta e a seguire un nuovo album..forse..chissà..magari.

6.Se dovessi consigliare tre band contemporanee, quali sceglieresti?
In realtà farei il nome più di singoli artisti che di band ma se devo dirne almeno una direi Zen Circus.