Si intitola “BELLI DRITTI SULLA SCHIENA” il nuovo album del cantante, autore e polistrumentista EMANUELE COLANDREA.
Ascoltando le dieci tracce di questo lavoro si percepisce la genuinità, l'aderenza alla realtà e l'urgenza comunicativa di un artista che nella sua carriera (è stato la voce di Cappello a Cilindro ed Eva Mon Amour) ha sempre cercato di disegnare traiettorie poetiche partendo da testi evocativi e da suggestioni mai banali. Emanuele Colandrea è un eccellente osservatore della quotidianità e traduce in musica le sfumature e le particolarità: il suo smarcarsi da etichette e da generi specifici, gli concedono la libertà di spaziare dalla canzone d'autore alla musica leggera passando per il rock ed il pop. Usando il linguaggio calcistico, si potrebbe definire "uno che non dà punti di riferimento". E questa sua imprevedibilità artistica rappresenta un punto di forza inalienabile di Emanuele Colandrea. Lo stupore che genera di volta in volta nell'ascoltatore è meraviglioso ed appagante.

Questo “BELLI DRITTI SULLA SCHIENA” è un viaggio suggestivo tra pensieri e cicatrici indispensabili che fungono da promemoria, che ricordano la differenza tra tenere e a mente e non dimenticare. E in questo viaggio ci sono tanti amici (Roberto Angelini alla chitarra elettrica, chitarra slide e suoni - Pier Cortese alla voce, chitarra 12 corde, elettronica e suoni - Erika alla voce (“Buona Fortuna amore mio”), batteria (“Erika”) - Alessandro Muscillo al contrabbasso - Carmine Pagano ai tromboni - Urbano Belfiore al wurlitzer - Isabella Benone ai violini - Filippo Cornaglia alla batteria (“Credo”) - Fabio Giandon alla batteria (“Un Treno Preso a Velletri”).

"BUONA FORTUNA AMORE MIO" è un invito a provarci, mettendo da parte i timori e le paure; si respira anche l'amore in "LA FORTUNA DI PERDERSI NEL BOSCO" oppure il bellissimo flusso di coscienza di pensieri disordinati in "UN TRENO PRESO A VELLETRI". Ma non bisogna tralasciare la delicatezza e l'incisività di altri brani come "IL PANE E LA FARINA (canzone per Gabriele)" o "OK EMANUELE" o ancora "IL CIGLIO DEL VULCANO".

Emanuele Colandrea fa centro solleticando le corde della sensibilità con la grazia e l'estro del fuoriclasse. Si toccano livelli altissimi, senza la paura di cadere giù.

TRACCE

1 - IL CIGLIO DEL VULCANO
2 - OK EMANUELE
3 - CREDO
4 - BUONA FORTUNA AMORE MIO
5 - ERIKA
6 - BELLI DRITTI SULLA SCHIENA
7 - LA FORTUNA DI PERDERSI NEL BOSCO
8 - GERICO
9 - UN TRENO PRESO A VELLETRI
10 - IL PANE E LA FARINA (canzone per Gabriele)