E' un gran bell'esordio quello di RÆSTAVINVE, interessante duo pugliese composto da Vincenzo Vescera e Stefano Resta che ha pubblicato a maggio il disco dal titolo “Biancalancia”. Il nome scelto per l'album rimanda all'ultima moglie dell'imperatore Federico II di Svevia che rappresenta un simbolo di emancipazione e autodeterminazione.

Il disco indaga la natura degli esseri umani: cercare sè stessi nel percorso individuale condividendolo con persone che vivono le stesse emozioni e da cui ci si separa irrimediabilmente.

Il duo agisce in un territorio sonoro ricco che spazia dal pop al rock passando per l'elettronica e la world music: i suoni del disco risentono di queste influenze e servono per raccontare storie appassionanti come in "Samurai" dove è protagonista una storia passata che il tempo affievolisce. Una canzone bellissima è "Rien ne va plus", intrisa di pop elettronico che vede il featuring di Clio; "Senza cuore", scritto con la collaborazione di Francesco di Bella (24 Grana), ha una struttura rock e descrive alla perfezione l'uomo senza scrupoli. La parte restante del disco è una scoperta bellissima da "Roma non conosci le chiavi" a "Non sono nato ieri" arrivando a "Adesso tutto è cambiato".

L'universo musicale di RÆSTAVINVE suscita curiosità ed interesse: le melodie si fondono con dei testi molto attraenti che sanno raccontare situazioni singolari che hanno un profumo universale. “Biancalancia” è un disco da ascoltare e ri-ascoltare perchè ad ogni ascolto regala un'emozione in più.

TRACCE

Samurai
Terrazze
Rien ne va plus (feat. Clio)
Biancalancia
Roma non conosci le chiavi
Senza cuore
Tequila
Non sono nato ieri
Verdiana
Adesso tutto è cambiato