I Ritmo Tribale, una delle migliori band del panorama rock underground anni 90, dopo 10 anni ritorna e pubblica il nuovo lavoro "La Rivoluzione Del Giorno Prima". La line-up (orfana della voce di Edda) è formata da Andrea Scaglia (voce, chitarra), Fabrizio Rioda (chitarra), Andrea Filippazzi (basso), Luca Talia Accardi (tastiere), Alex Marcheschi (batteria).

Le “Cose Succedono”, primo estratto, ha le sonorità della Seattle meno conosciuta geolocalizzazione Afghan Wings delle ugole e chitarre dritte di Greg Dulli e compagnia, nel refrain si profetizza: "Io non voglio vivere in memoria di me, io non voglio vivere come fossi mai nato", pensiero manifesto che sancisce la fine definitiva del periodo di silenzio. ”La Rivoluzione del Giorno Prima” prosegue in direzione grunge-hardcore. Poi stupenda è la "Resurrezione Show", potente ed ipnotica cover dei Killing Joke, band seminale inglese, ma con testo in italiano.

Milano muori” è una male di miele molto più spostata nelle sonorità No guru. “Jim Jarmush” e “Cortina” sono le due facce di questo disco. Mentre la prima tiene il sincopato nel drumming, la seconda invece è più psych-rock come in una sessione dei The Brian Jonestown Massacre. “Autunno” è un refresh di una canzone new-wave senza tante elucubrazioni alla Diaframma, anzi un piglio secco e minimalista che trova tra le taglienti chitarre, il dolce appoggio di synth dosati il giusto da non annoiare con barocchismi e manierismo di sorta.

Buonanotte” sembra sentirla tra gli arpeggi dei Twilight Singers. “Ma niente sogni d'oro ai fantasmi che io adoro”. Beh questa working class song starebbe bene come chiusa sonora di un libro seminale di letteratura industriale come “Memoriale” di Volponi mentre c'è l'ultimo frame di Crash di Cronenberg.

Perché se questa fonderia di chitarre non cede al padrone mainstream, è perché lotta dalle profondità dagli abissi dei forni dove il fuoco è stato inventato per il potere più indispensabile e necessario. Prima o poi anche la borghesia in pieno inverno, ne avrà bisogno per marchiare la ceralacca dell’ultima lettera prima del suicidio da salotto.

Tracce:

1.Intro
2.Le Cose Succedono
3.La Rivoluzione Del Giorno Prima
4.Resurrezione Show
5.Milano Muori
6.Jim Jarmusch
7.Cortina
8.Autunno
9.Buonanotte

Marco Maurotti