1 low music spaces francesca michielinDopo la data zero del 5 ottobre alla Latteria Molloy di Brescia, Francesca Michielin porta a Milano il suo tour full band che per tutto Ottobre la vedrà calcare i palchi dei club principali d’Italia.

Sin dalle primissime canzoni, la voce dal vivo di Francesca mostra una maturità e uno spessore tipico dei talenti che sanno trovare la giusta misura per graffiare e cullare, alternandosi tra pezzi in italiano e in inglese, tra inediti e cover.
Ci si accorge dei 21 anni di Francesca “Francy” Michielin, dalla tenerezza del suo raccontare candidamente qualche aneddoto sui brani, frutto di un giovanissima, seppur già affermata carriera. La cantante ringrazia pubblicamente la collega Elisa per aver creduto in lei già dagli esordi e averle donato i brani “Distratto” e “Sola”, prime hits del post X Factor. Poi Francesca racconta che nel 1983, anno in cui i suoi genitori si sono sposati, è stata scritta "Sweet Dreams" degli Eurythmics e nonostante il distacco temporale, riesce a renderne una cover attualissima e coinvolgente.


Dall’elettro-pop, con sfumature rock, della formazione full band, si passa ad un mini set in solo, alle tastiere, per presentare l’ultimo singolo "Almeno tu", colonna sonora del film Piuma, in sala dal 20 Ottobre. Poi con grande disinvoltura la cantante imbraccia il basso per una versione unplugged di "Volcano" di Damien Rice, cantautore irlandese del quale si è sempre professata grande fan. Il pubblico segue con interesse tutto lo spettacolo, accompagnandola a gran voce nei brani più rappresentativi “Magnifico” e “Nessun grado di separazione”, prima di lasciarsi andare in "Whole Lotta Love" del Led Zeppelin, brano porta fortuna con coi la Michielin si presentò alle selezione di X Factor.


Il concerto sembra chiudersi ma c’è ancora tempo per una breve pausa prima del gran finale. I musicisti sul palco indossano la maglietta con su scritto “Grazie Stadio”, per la generosità con cui la band vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo ha lasciato a Francesca, seconda classificata, l’opportunità di rappresentare l’Italia all’Eurofestival.
Francesca saluta il suo pubblico, si stringe alla band concedendo degli ampi sorrisi a coronamento di una serata perfetta, preludio ad un tour e una carriera carica di grandi successi.