155Ieri 25 febbraio 2015, a dieci mesi esatti dal Natale, gli Incident on South Street hanno infiammato il Freakout Club di Bologna con un live organico, travolgente, energico e sorprendente. Il quintetto in camicia bianca (composto da Enrico Gabrielli al sax, Michele Orvieti alle tastiere ed orvietronics, Simone Cavina alla batteria, Luca Cavina al basso e Federico Fantuz alla chitarra) ha dato prova di una forte capacità di trasmettere emozioni intense alternando molti momenti gagliardi e potenti a minuti di dilatazione psichedelica più rilassati e rilassanti.

La band che coverizza brani dei Lounge Lizard ha catturato il pubblico che ha riempito il unnamedlocale bolognese: sguardi rapiti, scrosci di mani che applaudivano, gente che si dimenava, sguardi di approvazione. I cinque ragazzi erano particolarmente ispirati ed hanno  convogliato tutte le loro forze musicali nella realizzazione di un concerto con la c maiuscola riuscendo a stupire con improvvisi cambi di rotta sonora, repentine accelerazioni, deflagranti ritmiche e travolgenti iniezioni di energia sotto forma di note scalpitanti. Ottima inoltre l'intesa sul palco tra complicità e battute a rendere l'atmosfera ancora più gioviale.

Gli sguardi a fine live raccontavano tutto. Un consiglio? Essendo una band che va in tour approfittando delle pause delle band principali (o "costole" di Incident on South Street), non lasciateveli sfuggire quando passeranno nella vostra città.
In una parola : invincibili.