Si intitola "Picturesque" il nuovo album della band emo hardcore vicentina Amalia Bloom, un lavoro dall’ampio respiro in cui la band trova un nuovo equilibrio fra melodia e sonorità più dure, un disco
dedicato alla loro città, amata ma sofferta, uno sfogo con cui prendere slancio e reagire. Un disco che vive dei luoghi che lo hanno ispirato cercando di dipingerne l’animo: Vicenza è una piccola città, dall’architettura maestosa e dalla storia ingombrante che la band ama profondamente ma di cui soffre spesso i limiti e le potenzialità inespresse. Nei testi possiamo andare a ricostruire una
storia comune: una mattina qualunque al centro di un incrocio una donna cade improvvisamente dalla bicicletta, tutte le persone presenti reagiscono in modo diverso e per certi versi ogni canzone si
concentra su un diverso personaggio cittadino.

"Picturesque" ha un suono stratificato ma diretto, suona leggero e arioso nei momenti più melodici ma sa diventare denso e granitico nei crescendo di intensità. Così la nostalgica malinconia delle intro
più emocore e l’energia sincopata dei passaggi più punk rock sanno trasformarsi in sfuriate che arrivano a sfiorare picchi Hardcore. Un lavoro che segna una maturazione compositiva, la band è ora consapevole e padrona degli spazi di ogni diverso elemento, sul palco come nel brano stesso. Un disco che rappresenta un messaggio di speranza, un invito a prendere coraggio e a lanciarsi a testa bassa verso il proprio futuro. Una presa di coscienza che nonostante tutte le sofferenze possibili ogni vita sia preziosa e bellissima e che ogni possibilità di connetterci con gli altri sia un privilegio.

Amalia Bloom sono cinque amici con i piedi ben piantati nella pianura vicentina, la testa rivolta oltreoceano verso la scena statunitense anni ‘90 e ‘00 ed il cuore spezzato nel mezzo. Suonano un particolare mix di punk rock, emo e hardcore con cui ricercano un sound personale, travolgente e viscerale a cui accostano testi nostalgici cantati, urlati, sussurrati con energia, violenza e intima passione.
La band ha all’attivo un disco, Maiden Voyage, pubblicato nel 2019 in CD, vinile e cassetta in USA, Canada, Gran Bretagna e Italia. Nel 2020 hanno pubblicato il singolo At Eternity’s Gate e nel 2021 l’EP acustico Alive, a ballet. Gli Amalia Bloom sono Tommaso Capitello (voce), Ettore Pernigotti (voce secondaria e chitarra), Federico Ceretta (chitarra e cori), Antonio Donà (basso) e Stefano Rigo, (batteria).