Si intitola "L'attesa Vol.1" il nuovo ep dell'artista pugliese Lucia Manca. La cantante nelle quattro nuove canzoni ("Come un'onda", "Respirare", "L'ultima sigaretta" e "Le sere al porto") esprime il suo universo artistico in bilico tra malinconia e delicatezza in un vortice di eleganza sconfinata.

L'attesa può avere mille volti. È lo sguardo fisso a una sigaretta che lentamente si consuma. È il sedersi al porto in attesa che sole si tuffi nel mare e lasci il posto alla sera. È lo scorrere del tempo che, come un'onda, corre avanti mentre la memoria lo tira indietro. O forse è solo vivere e sentire il proprio respiro in attesa di quello successivo. Lucia Manca porta avanti con una delicata riflessione la sua ipnotica e ammaliante poetica in questo nuovo EP, primo di due volumi, in uscita il 12 marzo prodotto da Matilde Davoli e Gigi Chord.

E così lo racconta:
Passiamo la maggior parte della nostra vita in una condizione perenne di aspettative e speranze, dove l’attesa può rivelarsi un momento di massima felicità: una chiamata, la persona giusta, il lavoro della nostra vita, l’amore... Mentre scrivevo le canzoni nuove, mi sono resa conto che ricorreva spesso il tema dell’attesa, come se ogni canzone fosse una scena dello stesso film, dove il momento più bello è l’incontro finale con se stessi. Ma siamo sicuri di voler conoscere davvero la fine?