Abbiamo intervistato Luca Fogliati che ci ha parlato del suo nuovo disco dal titolo “Per te”; ci ha aperto le porte del suo universo artistico tra passato, presente e futuro.
Buona lettura

 

1. Chi è Luca Fogliati secondo Luca Fogliati ?
Luca Fogliati è un uomo perseverante e appassionato che crede nel valore dei rapporti sinceri. Al tempo stesso imprevedibile, testardo, a volte impulsivo ma capace di riesaminare le situazioni e nel caso tornare indietro sui propri passi ammettendo gli errori compiuti.

2. Come definiresti la tua musica in tre aggettivi?
Amo definire la mia musica sincera, passionale e introspettiva. Contemporanea e al contempo intessuta con note nostalgiche del passato.

3. Ascoltando il tuo nuovo lavoro “Per te” ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: come mai questo titolo? Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
Il titolo "Per Te" è un omaggio a quelle persone che mi hanno trasmesso la passione per la musica, da mio padre a Don Luigi Venesia Parroco storico di Calliano Monferrato e a tutti coloro che ascolteranno il mio album.
Questo viaggio musicale è iniziato in pieno lockdown grazie all'incontro con il produttore e arrangiatore Beppe Lombardi, professionista dotato di grande sensibilità artistica al quale sono molto grato e riconoscente.

4. La matrice rock del tuo disco è molto interessante. Puoi parlarci della tua formazione e di quali band hanno segnato più profondamente il tuo attuale sound?
Scrivo canzoni da quando ho 15 anni. La musica è da sempre stata il mio strumento per canalizzare quelle che sono le mie emozioni ed esperienze. Ho studiato canto e vissuto con la mia band storica I Volume concerti e concorsi anche prestigiosi. Attualmente mi avvalgo di collaboratori con i quali lavoro in sinergia ai miei progetti da solista.
La sonorità alla quale più si avvicina la mia musica ritengo essere quella dei Negramaro.

5. Quali sono i tuoi progetti futuri?
I miei progetti di concentrano tutti sul far arrivare a più persone possibili la mia musica e ripartire con i concerti live.

6. Se dovessi consigliare tre band contemporanee, quali sceglieresti?
Senza pensarci ti rispondo I Negramaro, Negrita e i Canova che purtroppo si sono sciolti.