Esce mercoledì 17 novembre 2021 il nuovo singolo di Ulisse Schiavo dal titolo Precious Silver Grace. Un nuovo capitolo e un cambio di direzione per il cantante e chitarrista padovano classe 1994. Un brano che è un tormento elettronico, che suona come la colonna sonora di una fuga notturna, come perdersi all'interno di un club sotterraneo berlinese: un feat fantascientifico tra Jeff Buckley e Apparat.
 
Abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con lui.

-Credi sia vero quello che si dice, che esiste più musica che ascoltatori?
Credo ci sia molta musica per chi ha voglia di ascoltare, ma ci sono troppe poche persone che fanno ricerca.

-Tu invece che tipo di ascoltatore sei? Brani singoli e playlist oppure album interi? E su che piattaforma? Sei attento alle nuove uscite?
Io sono uno che va ancora sui siti delle etichette per seguire le uscite. Su Spotify parto quasi sempre da un brano e finisco per ascoltare diversi album. Non sono un ascoltatore da playlist.

-Cosa vorresti che arrivasse a chi ascolta il tuo nuovo singolo Precious Silver Grace?
Mi piacerebbe che il pezzo proiettasse l'ascoltatore in una dimensione intima in cui ricercare un ascolto attento ed emotivo e non più mentale.

-Qual è il filo conduttore che collega tutti i tuoi brani?
Tutte le volte che mi rimprovero.

-Chi sei quando non hai a che fare con la musica?
Il martedì sera gioco a calcetto, cucino molto bene il pesce.