1. Chi sono i PENELOPE ASPETTA secondo i PENELOPE ASPETTA?
Il nostro nome ovviamente richiama la Penelope del mito, ci piaceva l’idea di avere un nome femminile e allo stesso tempo il fatto che nel nostro appellativo fosse compreso un riferimento all’azione, nello specifico all’atto di aspettare. Ci piace pesare all’attesa come atto creativo, non passivo.

2. Come definireste la vostra musica in tre aggettivi?
Fresca e accessibile ma ragionata.

3. Ascoltando il vostro nuovo Ep ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
In questo EP abbiamo deciso di raccogliere le canzoni che ci pareva dessero una visione d’insieme su cosa è attualmente e verso quali direzioni si muoverà la musica dei Penelope aspetta, lo consideriamo un po’ il nostro biglietto da visita. I brani che lo compongono parlano di esperienze vissute e immaginate, di sensazioni e sentimenti, sono piccoli frammenti delle nostre vite.

4. Quali sono i vostri progetti futuri?
Scrivere e registrare nuove canzoni, suonare su quanti più palchi possibile e far ascoltare la nostra musica a sempre più persone.

5. Se doveste consigliare tre band contemporanee, quali scegliereste?
Tame Impala, White Lies, I Cani.