Abbiamo intervistato Rejecto che ci ha parlato del suo nuovo lavoro discografico dal titolo “Prima, durante e...dopo?”; ci ha raccontato il suo universo musicale, le nuove canzoni e molto altro.
Buona lettura

1. Chi è REJECTO secondo REJECTO?
1-REJECTO è un artista eclettico, etico, etilico, eretico...esteta, non estetista, situazionista e idealista e quindi romantico (e quindi anacronistico) e quindi attualmente indispensabile!

2. In un mondo che ostenta e cerca di apparire a tutti i costi, tu hai scelto la via dell’anonimato, perché?
2-Ho scelto la via del messaggio: quindi non un'immagine ma un'idea, che non ha bisogno di un volto.

3. Come definiresti la tua musica in tre aggettivi?
3-Elettronica, ironica, alternativa, sociale.

4. Ascoltando il tuo nuovo lavoro “Prima, durante e...dopo?” ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: a cosa si riferisce il titolo?Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
4-Il titolo si riferisce allo scoppio della pandemia e si chiede (se mai ci sarà un vero dopo), come sarà. Questo lavoro è nato per pura esigenza di condivisione, ovvero allertare le persone sugli avvenimenti che ci stanno coinvolgendo. La voglia di un mondo più giusto, più sano, che non ospiti sfruttatori e sfruttati.

5. Quali sono i tuoi progetti futuri?
5-Divulgare questo lavoro e raccattare due spiccioli per andare avanti, altrimenti rifonderò le brigate rosse, commettendo omicidi e rapine: ho famiglia!

6. Se dovessi consigliare tre band contemporanee, quali sceglieresti?
6-Due band e un dj: DIE ANTWOORD, RUN THE JEWELS, GRAVEDGR.