Abbiamo intervistato i BOAVISTA che hanno da poco pubblicato il nuovo lavoro “LÌ DOVE CI SONO LE STELLE”; abbiamo parlato delle nuove canzoni, dei progetti futuri e molto altro.
Buona lettura.

1. Chi sono i BOAVISTA secondo i BOAVISTA?
Siamo semplicemente 5 ragazzi che continuano a sognare. Sembra un po’ inflazionato come concetto, ma ditemi chi non sogna……

2. Come mai questo nome per il vostro progetto?
Quando si fa attenzione al nome, molti pensano ad un’isola paradisiaca, ma in realtà non è nulla di tutto ciò. Sta a significare “Visti a Bologna”. Abbiamo pensato che poteva essere il giusto nome per 5 ragazzi che si conoscono casualmente in questa città e danno vita a diverse canzoni. Molto bello per noi, in un’epoca dove tutto si studia a tavolino.

3. Come definireste la vostra musica in tre aggettivi?
Romantica, Impulsiva e Riflessiva

4. Ascoltando il vostro nuovo lavoro “LÌ DOVE CI SONO LE STELLE” ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
“Li dove ci sono le stelle” nasce da idee di note e accordi mischiati a stati d’animo e sentimenti. Nasce dalla voglia di evasione, quando le cose attorno a te si appiattiscono e non ti restituiscono i giusti impulsi. Diventa allora un modo per urlare, ma anche di soffermarsi e guardare in alto per immaginare un mondo migliore. Siamo orgogliosi di questo brano in quanto è frutto anche di una preziosa collaborazione con due Autori con la A maiuscola. Oscar Angiuli ed Emiliano Cecere.. Le idee alla base di questo nostro lavoro hanno una linea molto semplice, del resto come noi. Ci piace la semplicità (che non deve essere confusa con mancanza di struttura o contenuto) ma un modo diretto di arrivare a chi ci ascolta. Ci piace il Rock, l’Hard Rock, il Pop, Electro Pop e così via…
Pensiamo che mettere dei paletti tra i vari generi sia davvero un peccato, è come togliere
le sfumature ai colori.

5. Siete al vostro esordio discografico: cosa vi aspettate del mondo della musica?
Ci aspettiamo di poterla suonare e cantare in giro (sperando la fine di questo triste periodo). Allo stesso tempo restiamo parecchio con i piedi per terra nonostante guardiamo le stelle. Oggi non è semplice emergere a larga scala e le regole del mercato discografico sono parecchio cambiate, ma non puoi frenare l’istinto di appoggiare le mani a uno strumento o la penna su un foglio.

6. Quali sono i vostri progetti futuri?
In questo momento stiamo già scrivendo dei brani per il nuovo album, ovviamente senza la fretta di farlo ma ci gustiamo la composizione nelle sue varie fasi.

7. Se doveste consigliare tre band contemporanee, quali scegliereste?
Molto difficile come domanda e da racchiudere in tre band…… Negramaro, Muse, Subsonica.