rsz dsc 6066Ieri sera al Castello Sforzesco di Milano si è svolto un concerto stupendo: PAOLO BENVEGNU' e MARINA REI hanno regalato uno spettacolo intenso, dolce, graffiante, rock, suggestivo, emotivamente impressionante. L'unione di questi due artisti (dal percorso artistico diverso ma accomunati da una grande passione per la musica) ha dato vita ad una serata che resterà per molto tempo impressa negli occhi degli spettatori milanesi.

In apertura la bravissima Veronica Marchi ha eseguito alcuni brani del suo repertorio ed ha presentato il suo nuovo singolo "Capita" che anticipa l'uscita del suo nuovo disco a settembre. La cantante veronese ha incantato con la sua voce leggiadra, potente e malinconica e con le sue canzoni che rapiscono l'attenzione dell'ascoltatore.

Ecco, l'attenzione...è proprio da qui che partono le emozioni di qualcosa che è più di un concerto: "Canzoni contro la disattenzione" è un progetto che vuole ridare luce all'attenzione, appassionarci alle cose che ci circondano al fine di poterne godere e meravigliarcene continuamente. Quando salgono sul palco Paolo Benvegnù e Marina Rei (accompagnati da una band di tutto rispetto: Luca Baldini al basso, Andrea Franchi alla chitarra, Ciro Fiorucci alla batteria e Marco Lazzeri alle tastiere) ed intonano "La canzone dell’amore perduto" di De Andrè è subito magia: l'unione delle due voci ed un arrangiamento morbido ne aumentano la bellezza. Si va avanti con canzoni del repertorio di Paolo Benvegnù (come "Il Mare verticale", "Cerchi nell’acqua", "Io e il mio amore", "Feed the distruction", "È solo un sogno"...) e quelle del repertorio di Marina Rei (come "E mi parli di te", "I miei complimenti", "La parte migliore di me", "Donna che parla in fretta", "Al di là di questi anni"...) ed è un continuo andare avanti e indietro nella discografia di entrambi. Tutto molto bello.
Eccellente la scelta di inserire in scaletta delle cover eseguite in maniera molto originale: "Pensiero stupendo" è una bellissima ballad elettronica, "Up patriots to arms" è una sferzata rock travolgente..solo per citarne alcune.

L'Estate Sforzesca si è arricchita di un nuovo tassello: un concerto ricco di emozioni su e giù dal palco con degli artisti che sanno toccare le corde emozionali giuste. Un consiglio: il tour "Canzoni contro la disattenzione" andrà avanti per tutta l'estate. Non lasciatevelo scappare.