Sarà Ancona lo scenario che ospiterà nel weekend 12-13 settembre la terza edizione di "La Mia Generazione Festival" nel rispetto delle misure di sicurezza dovute alla diffusione del Covid 19.

In tempi sospesi e incerti come quelli che stiamo vivendo serve un festival che sia qualcosa di più di un elenco di artisti e performance.
C’è bisogno di anime che si incontrino, che si scambino energia e poi la distribuiscano a chi è presente e a chi guarda da casa. Questo è stato il senso che La Mia Generazione ha avuto finora e con questo stesso atteggiamento viene presentata questa nuova edizione che sarà a tutti gli effetti un festival “diffuso”.

 

«Il ruolo della cultura è sociale» ricorda l'Assessore alla Cultura di Ancona Paolo Marasca «la cultura crea legame, fornisce significati ed emozioni, contribuisce alla comunità e ha una capacità di reazione unica: se qualcosa impedisce il percorso consueto, la cultura ne inventa un altro. Ancona non potrebbe mai accettare di tirarsi indietro sulla cultura, come non accetta di farlo sul sociale. La Mia Generazione è un momento di grande musica, dunque un bisogno e un desiderio, un gesto di crescita».

«La Mia Generazione quest’anno suonerà ovunque perché se è vero che dobbiamo restare nei limiti numerici imposti dal distanziamento e rispettosi della sicurezza, con il festival 2020 vogliamo invece romperli questi confini, arrivando a spettatori, occhi e orecchie più lontane» Mauro Ermanno Giovanardi, direttore artistico del festival.

Il Festival è co-organizzato dal Comune di Ancona con Arci Ancona e sotto la guida artistica di Mauro Ermanno Giovanardi e quella produttiva di G-Ro Srls e coinvolge l'intero territorio. La collaborazione creativa e organizzativa di tutti gli artisti in cartellone garantisce al pubblico quattro versioni di eventi.

Quella live, alla Mole Vanvitelliana e al Teatro delle Muse con preassegnazione del posto obbligatoria. (Prenotazione online su Vivaticket/TicketOne. Eventi speciali su Eventbrite)

In diretta streaming, gratuita online sul sito della Mole (www.lamoleancona.it) e sui social ufficiali del festival (Facebook, Instagram, YouTube).

In diretta streaming su maxischermo alla Mole Vanvitelliana, in abbinamento con altre iniziative del festival per quanti non potranno essere presenti all'evento dal vivo.

Ed infine, il festival sarà in onda su èTV, un network televisivo multi-regionale (Lombardia, Liguria, Friuli V.G, Valle D'Aosta, Trentino, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Umbria), canale 12 del digitale terrestre per le Marche.

Nel rispetto delle normative vigenti tutti gli eventi prevedono la preassegnazione del posto, la prenotazione online e il blocco degli ingressi ad esaurimento dei posti disponibili.

Per la serata di sabato 12 ingresso 5€ + diritti di prevendita.

Ingresso per tutta la serata di domenica 13 al Teatro delle Muse 15€ + diritti di prevendita.

Prevendita online su circuito VivaTicket/TicketOne da martedì 18 agosto.

Preassegnazione del posto obbligatoria.

CONCERTI - STREAMING GRATUITI - TRASMISSIONI TELEVISIVE - PROIEZIONI SU MAXI SCHERMI - INCONTRI CON GLI ARTISTI - MOSTRA FOTOGRAFICA ON LINE
con:

VINICIO CAPOSSELA
BRUNORI SAS
MOTTA
CRISTIANO GODANO
GHEMON
VASCO BRONDI
LUCIO CORSI
PERTURBAZIONE

e la partecipazione di
GUIDO HARARI
LEONARDO COLOMBATI
GIULIA BLASI
EMILIANO COLASANTI
CARLO CHICCO

Presenta
MASSIMO COTTO

Direzione artistica
MAURO ERMANNO GIOVANARDI

 

Abbonamento per sabato e domenica 18€ + diritti di prevendita.
Press kit con programma completo e bio artisti ospiti

---Contatti e social---

web

fb

Instagram