Abbiamo intervistato EUGENIO BALZANI che ci ha parlato del suo nuovo disco dal titolo "ItaliòPolis", delle nuove canzoni, dei progetti futuri e molto altro.
Buona lettura.

 

1. Chi è EUGENIO BALZANI secondo EUGENIO BALZANI ?
Ti direi un umano errante di passaggio, curioso di tutto ciò che lo circonda ,con molti dubbi ed una unica certezza ,essere una microscopica parte nell’universo….boh!

2. Come definiresti la tua musica in tre aggettivi?
Emotiva, libera, malinconica.

3. Ascoltando il tuo nuovo lavoro “ItaliòPolis” ci si ritrova coinvolti in un vortice di melodie da cui è difficile uscirne. Innanzitutto: come mai questo titolo? Come è nato questo lavoro? Quali sono le idee che sono alla base delle canzoni che lo compongono?
ItaliòPolis,voleva essere un gioco di parole, Italia, stato, o Polis, Italia città? Ovvero il mio paese è ancora molto contraddittorio e mostra una grande difficoltà in questo momento a fare dei passi in avanti. Vivere qui ha volte sembra un gioco, a volte una farsa o peggio una tragedia. La scintilla che ha poi portato alla realizzazione di questo disco è sicuramente la nuova situazione sociale in cui , tutti, ci siamo trovati a vivere nel periodo della pandemia da Covid. Tutte le canzoni, fanno riferimento alla parte più profonda dell’essere umano e del profondo disagio che si andava manifestando sempre più profondamente.

4. Quali sono i tuoi progetti futuri?
Un nuovo disco al quale sto già lavorando, con un suono che riporti l’idea di spazi enormi, come le grandi pianure o deserti…vedremo.

5. Se dovessi consigliare tre band contemporanee, quali sceglieresti?
Penguin Cafè Orchestra,Pink Floyd , U2 .